Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, ACRAF S.p.A. utilizza dei cookie. ACRAF S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Dossier

Dermatologia

Deodoranti, la sicurezza d’uso prima di tutto

La sicurezza di impiego è caratteristica essenziale per la categoria dei cosmetici, sia per la vigente normativa di settore che per il rispetto della salute del consumatore. Per alcune categorie, come è il caso dei deodoranti, questo fattore riveste ancora maggiore importanza…per l'area di applicazione (delicata ed anatomicamente particolare), per frequenza di utilizzo (costante e spesso più volte nel corso della giornata), per la diversità delle condizioni cutanee individuali (dalla normale fisiologia alle alterazioni…).

I DEODORANTI SONO COSMETICI
In prima istanza, la più importante garanzia di sicurezza nell'uso per un deodorante è rappresentata dalla moderna tecnologia cosmetica, oltre che dalla competenza del "formulatore", cosciente di dover utilizzare ingredienti (sia di base che funzionali) ben tollerati e selezionati per ridurre al minimo i rischi di allergie/irritazioni. Nella tecnica formulativa dei deodoranti, così come per tutti cosmetici, vengono impiegate sostanze attive ad azione deodorante e sostanze veicolanti, ovvero gli eccipienti. Di conseguenza deve essere valutata la sicurezza per tutti i suoi componenti, dal primo (a maggior concentrazione) all'ultimo (a più bassa concentrazione). Va qui precisato che, come per ogni prodotto cosmetico immesso in commercio, anche il deodorante possiede un "documento di identità" (denominato PIF - Product Information File), nel quale vengono riportate informazioni relative alla sua sicurezza ed efficacia. Tra queste ogni ingrediente è sottoposto "con lente di ingrandimento" alla verifica del suo profilo tossicologico ed ogni prodotto finito alla valutazione della sua sicurezza, da parte di esperti qualificati. Successivamente il "deodorante finito" può seguire un iter di valutazione della sicurezza nell'uso attraverso l'esecuzione di studi e test di vario tipo, dalla verifica della compatibilità cutanea ai "consumer test", sia presso centri specializzati, sia all'interno dell'azienda. In tutti i casi questi studi devono essere condotti secondo procedure e protocolli validati ed accreditati dalla comunità scientifica internazionale.

TEST DI SICUREZZA
I diversi formulati deodoranti, oltre a contenere ingredienti di vario tipo, si presentano in molteplici forme cosmetiche (dagli stick, agli areosol, ai no gas, alle creme, etc.). Quindi per ogni diverso prodotto, la verifica della sicurezza del deodorante finito va impostata attraverso la messa a punto di specifici protocolli di studio. Viene generalmente effettuato almeno un "patch test" (con un metodo di applicazione del cerotto definito "in open" per gli stick o prodotti contenti alcol; con un metodo detto "in occlusiva", attraverso l'uso di una piccola cella appositamente predisposta per gli altri tipi di deodorante) e spesso un "test d'uso" con valutazioni strumentali, il tutto sotto controllo dermatologico.

…E TEST DI EFFICACIA Anche l'efficacia di un deodorante deve essere testata e per valutarne l'attività si può ricorrere a numerosi metodi scientificamente validati come, lo "SNIFF TEST" (…sì, proprio attraverso l'aiuto dell'olfatto di sperimentatori specializzati!), il tampone ascellare (per una ricerca qualitativa sulle caratteristiche del sudore) e il metodo gravimetrico (per la valutazione dell'entità della sudorazione). Anche la pHmetria cutanea prima e dopo l'applicazione può dare informazioni importanti sull'attività del deodorante.

ALCUNI CONSIGLI PER LA SICUREZZA D'USO

  • Evitare di irritare la pelle prima dell'uso del deodorante: può facilmente accadere che, a causa di una detersione scorretta (detergenti troppo aggressivi), eccessivo sfregamento (abiti troppo aderenti, asciugatura eccessiva con sfregamento) o depilazione/epilazione, esposizione solare, etc. la pelle della zona ascellare sia già irritata prima dell'applicazione del deodorante; sarebbe buona norma evitare il più possibile traumi eccessivi per la pelle ed eventualmente aspettare alcune ore prima di applicare il deodorante.
  • Evitare di applicare il deodorante dopo eventi traumatici per la pelle: come è il caso dell'epilazione (l'allontanamento di tutto il pelo, bulbo compreso, come la ceretta, le pinze, l'epilazione meccanica e fisica) e della depilazione (l'eliminazione del pelo all'altezza della superficie cutanea, come ad esempio la rasatura e la crema depilatoria); dopo la rimozione dei peli superflui è pertanto consigliabile attendere almeno 6 ore prima di applicare il deodorante; senza mai dimenticare l'esposizione solare…anche nel caso del cavo ascellare!
  • Evitare di applicare il deodorante troppe volte durante la giornata: detergere il cavo ascellare due volte al giorno e far seguire la deodorazione è più che sufficiente, perché un corretto deodorante rimane attivo ed è quindi inutile abusarne...
  • Scegliere indumenti e biancheria che rispettino la pelle: sono da preferire tessuti in fibre naturali (cotone, lino, seta, etc.) rispetto ai sintetici che ostacolano la naturale traspirazione, possono macerare la pelle e determinare l'insorgenza di irritazioni ed allergie; inoltre sarebbe opportuno utilizzare tessuti non colorati o tinti con colori neutri (quelli troppo scuri, oltre ad essere più rischiosi per la salute della pelle come irritanti e allergizzanti), possono reagire con il deodorante macchiando la pelle; infine evitare indumenti troppo aderenti al cavo ascellare.
  • Neonati e bimbi piccoli non necessitano di deodorazione: in questo periodo per la delicata fisiologia della pelle, che peraltro non produce odori sgradevoli, è buona norma evitare l'applicazione di deodoranti; nei più grandi, soprattutto nel periodo adolescenziale quando lo sviluppo puberale inizia a "farsi sentire", è invece essenziale educare i ragazzi alle pratiche igieniche di base ed alla scelta del prodotto deodorante più adatto alle proprie esigenze.

"dalla redazione AIDECO"

aideco_medium