Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, ACRAF S.p.A. utilizza dei cookie. ACRAF S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Dossier

Dermatologia

Pelle sensibile: in estate serve più attenzione

Caldo, sudore, sole e mare possono rappresentare un problema per chi ha la pelle sensibile. Per prevenire le irritazioni cutanee è utile proteggere la pelle in ogni occasione. A partire dal bagnoschiuma: bisogna usare prodotti delicati, non aggressivi, rispettosi del pH naturale della pelle. E deodoranti sicuri ed efficaci a lungo, meglio se clinicamente testati. 

L'aria aperta, il sole, il mare sono un vero toccasana per la pelle. Per molte donne è così, ma non per tutte. Chi ha una cute delicata e sensibile, facile a irritazioni e arrossamenti, e un fototipo chiaro che espone a un alto rischio di eritemi e scottature anche dopo esposizioni solari relativamente brevi, durante l'estate deve dedicare molta attenzione alla pelle. 

Un po' di attenzione in più, per la verità, dovrebbero adottarle tutte, nei mesi estivi. Perché caldo intenso e raggi UV riducono fortemente l'idratazione dell'epidermidee le difese immunitarie, accelerandone anche il naturale processo di invecchiamento.

 E se in città i loro effetti sfavorevoli si sommano all'azione lesiva dell'inquinamento atmosferico, al mare sono la salsedine e la sabbia a destabilizzare ulteriormente l'equilibrio delle pelli più fragili. 

Per tutelare la pelle in estate è indispensabile applicare più volte al giorno prodotti solari con filtri UvA e UvB adatti al proprio fototipo, ma anche evitare di aggredirla con saponi e detergenti inadeguati e assicurare costantemente all'epidermide un'idratazione e un nutrimento sufficienti. 

Tutti aspetti irrinunciabili per mantenereun buon film idrolipidico superficiale, permettendo alla cute di esercitare un effetto barriera ottimale e di reagire meglio alle aggressioni esterne, allergeni compresi. 

Sul fronte dell'igiene quotidiana, la qualità del detergente è determinante. Per tutti i tipi di cute, ma soprattutto per quelle più sensibili e irritabili, bisogna puntare su prodotti delicati con pH leggermente acido, simile a quello naturale dell'epidermide, ossia compreso tra 5,5 e 6,5. Inoltre, bisogna evitare di esagerare con i lavaggi e con l'utilizzo eccessivo di bagno/docciaschiuma. 

Altro problema, il deodorante: prodotto indispensabile in estate come durante tutto il resto dell'anno, ma spesso fonte di bruciori e arrossamenti, se non si individua quello giusto. Per andare sul sicuro, bisogna puntare su formulazioni dermatologicamente testate, ipoallergeniche   studiate per ridurre i rischi di allergie e prive di componenti potenzialmente sensibilizzanti, come alcol, conservanti e profumi. 

Il deodorante ideale deve assicurare una sensazione di freschezza e comfort per tutta la giornata, senza ostacolare la traspirazione cutanea, ma normalizzandola in modo fisiologico. Inoltre, deve contenere sostanze emollienti che aiutino a mantenere morbida ed elastica la cute particolarmente delicata del cavo ascellare.