Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, ACRAF S.p.A. utilizza dei cookie. ACRAF S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Dossier

Dermatologia

Pelle molto secca, inspessita che si taglia: xerosi?

Cos'è la xerosi?

È il nome scientifico che si usa per identificare la cute secca. La xerosi può essere associata ad altre dermatiti, soprattutto da contatto causate da detergenti.

Da cosa è provocata?

Cause comuni sono il freddo e l'abitudine a lavarsi troppo frequentemente che determinando la rimozione del film "grasso" superficiale protettivo, presente normalmente sulla pelle.

Chi colpisce prevalentemente, in quale stagione e con quali sintomi si manifesta?

Si manifesta in genere nella stagione invernale, soprattutto nelle persone adulte o comunque in coloro che usano lavarsi con troppa frequenza. La cute secca si può più facilmente irritare, provocando prurito che provoca lesioni da grattamento che a loro volta sono causa di infezioni o di cicatrici. La cute secca può anche desquamarsi (soprattutto sugli arti inferiori), tagliarsi (fissurazioni) o ispessirsi.

Le misure preventive e terapeutiche possono essere considerate sovrapponibili?

In pratica sì. Sia per prevenire sia per curare la xerosi, infatti, è importante ridurre il numero di bagni e utilizzare saponi meno "sgrassanti" possibile. In entrambi i casi è utile intensificare l'idratazione della cute limitando così l'evaporazione dell'acqua con impacchi. Oppure si possono applicare creme idratanti a base di vaselina, olio minerale o glicerina, ossia sostanze che trattengono i liquidi cutanei e favoriscono il ripristino dello strato "grasso" superficiale. Se il disturbo principale della secchezza cutanea è la desquamazione, il dermatologo potrebbe consigliare creme o soluzioni a base di acido acetilsalicilico o di acido lattico o di urea. 

Lo sapevi che?

  • In caso di secchezza della cute l'applicazione delle creme emollienti va fatta subito dopo il bagno o la doccia quando la pelle è ancora umida.
  •  La pelle secca non solo possiede un contenuto di acqua inferiore alla norma ma si disidrata anche più facilmente e velocemente. È particolarmente delicata e sensibile perché priva di barriere di protezione come il film idrolipidico. 

Il dermatologo consiglia

  • Utilizzare saponi e detergenti che siano inodori e incolore perché gli additivi che ne permettono la profumazione e il colore irritano la pelle e provocano prurito.
  • Se usi usano oli emollienti, rimuovere l'eccesso di olio asciugandosi con un panno assorbente.