Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, ACRAF S.p.A. utilizza dei cookie. ACRAF S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Articolo

La corretta igiene intima, anche sotto la doccia!

Lo sostengono i ginecologi: per evitare di danneggiare le mucose genitali e favorire il proliferare di funghi e batteri bisogna usare un prodotto appositamente studiato per l'igiene intima anche mentre siamo sotto la doccia.

Per una corretta igiene intima anche sotto la doccia è importante lavarsi accuratamente scegliendo un detergente specifico per l'intimo.

A sottolineare l'importanza di questa scelta sono gli stessi ginecologi: il bagnoschiuma può essere troppo aggressivo, alterare le mucose vaginali e favorire irritazioni e infezioni. Al contrario, il prodotto ideale per l'igiene intima deve rispettare le condizioni fisiologiche delle vie genitali per non interferire con i sistemi di autodifesa messi in atto dall'organismo.

Il muco che riveste le mucose genitali, ostacola, infatti, l'adesione di microbi potenzialmente dannosi. Inoltre la flora batterica naturalmente presente all'interno della vagina contribuisce a mantenere un pH tale da contrastare la crescita di altri batteri o funghi.

Generalmente, a causa dei tensioattivi (molecole necessarie per la formazione della schiuma che aiuta a detergere la pelle), i detergenti possono alterare la flora batterica vaginale, modificare il pH e causare l'esfoliazione delle mucose. Anche le profumazioni possono essere dannose e scatenare pruriti, bruciori o, addirittura, reazioni allergiche.

Per il corretto equilibrio delle parti intime è perciò bene affidarsi ad un prodotto studiato per l'igiene intima oppure ad un detergente 2 in 1, corpo+intimo.