Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo sito, ACRAF S.p.A. utilizza dei cookie. ACRAF S.p.A. impiega cookies di terze parti che consentono, a queste ultime, di accedere a dati personali raccolti durante la navigazione. Per maggiori informazioni consulta l’informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. L'utente è consapevole che, proseguendo nella navigazione del sito web, accetta l'utilizzo dei cookie.

Articolo

Igiene intima post partum

Il bimbo è nato, arrivano parenti e amici. Quale igiene intima adottare per sentirsi a proprio agio in questi delicati momenti? Subito dopo il parto, in quel periodo che i medici chiamano puerperio, serve un'igiene ancora più accurata.

Il periodo dopo il parto, il puerperio, è una fase delicata per la vita intima della donna in cui il rischio di infezioni è maggiore.

L'alterazione del pH vaginale e la secchezza dovuta alle variazioni ormonali possono favorire l'insorgenza di infezioni, pruriti e bruciori. Senza dimenticare i possibili cattivi odori intimi che possono creare sensazioni di disagio.

Per questi motivi, anche se gravidanza e parto sono avvenuti in maniera naturale/fisiologica, durante il puerperio è indispensabile curare con attenzione l'igiene intima. Utilizzare un detergente non aggressivo a pH lievemente acido con ingredienti antibatterici, può aiutare ad alleviare i possibili fastidi legati a questo particolare momento della vita.

Gli esperti consigliano di lavarsi almeno due volte al giorno e dopo ogni evacuazione, prestando attenzione a pulire bene eventuali ferite e a detergersi con movimenti dalla vagina all'ano, in modo da limitare il più possibile il passaggio dei germi nelle vie genitali.